Giornata Della Produzione: Festeggia Gli AGV In Produzione

Il Manufacturing Day 2020, che si tiene oggi, 2 ottobre, celebra la produzione moderna, inclusi gli AGV in produzione.

Il suo obiettivo è mostrare la realtà di una carriera nel campo della produzione, incoraggiando nuovi talenti a entrare nell’industria manifatturiera e celebrando i lavoratori qualificati.

Oggi, il 48% di tutte le ore lavorative viene dedicato a lavori manuali di routine. Il World Economic Forum stima che entro il 2035, tuttavia, l’automazione ridurrà tale numero al 35%. La chiave di questa evoluzione è la crescente diffusione di veicoli a guida automatica (o AGV) e robot mobili autonomi (AMR) che, oltre ad aumentare l’efficienza, possono letteralmente prendere un carico dalle spalle dei loro colleghi umani.

Festeggiamo gli AGV in produzione questo # mgday20

Per celebrare il Manufacturing Day 2020, abbiamo deciso di dare un’occhiata a cinque progetti AGV che stanno cambiando il modo in cui funziona la produzione nei rispettivi settori.

1. Condivisione del carico: veicoli pesanti, navigazione all’aperto

Con un peso di sei tonnellate ciascuno e una lunghezza di circa cinque metri, questi pesanti cavalli da lavoro autonomi possono trasportare un carico utile di 30 tonnellate ciascuno.

Sono stati creati da DTA, un produttore di AGV noto per la sua attenzione alle soluzioni ecologiche, e lavorano nelle enormi acciaierie di Acerinox a Palmones, trasportando bobine di acciaio tra gli edifici nel calore del sole spagnolo.

Leggi l’intera storia

2. Precisione senza tocco in una fabbrica intelligente

Uno dei processi di produzione più complessi in Svizzera è ora completamente automatizzato.

Nell’ambito del progetto Genesis, le versioni modificate del mini AGV predisposto per camere bianche di BlueBotics ora trasferiscono i materiali tra i robot presso l’impianto di produzione di semiconduttori Hitachi ABB Power Grids a Lenzburg, in Svizzera.

Leggi l’intera storia

3. Riduzione del 25% dei tempi di produzione nel settore automobilistico

Nello stabilimento di produzione SEAT di Martorell in Spagna, 125 AGV lavorano a fianco dei 7.000 dipendenti del sito. Questi aiutanti mobili automatizzati spostano 23.800 parti ogni giorno come parte della produzione di mezzo milione di unità del sito ogni anno.

Alcuni degli AGV “tartaruga” (a volte noti come carrelli guidati automatizzati o AGC) nella flotta sono azionati da ANT®. Questi particolari veicoli sono alimentati da cinematica differenziale e percorrono alcuni dei 400.000 chilometri percorsi dall’intera flotta del sito ogni anno, salvando le loro controparti umane molti milioni di passi.

SEAT stima che la sua flotta mista di AGV abbia ridotto i tempi di produzione del 25%.

4. Lavorare insieme, in modo efficiente

Prima di distribuire gli AGV, la movimentazione dei materiali di GECOM Corporation prevedeva “movimentatori di materiali con transpallet che andavano in giro cercando di capire di cosa avevano bisogno, quando ne avevano bisogno”, secondo l’ingegnere industriale dell’azienda, Steven Lockhart.

Oggi le cose sono diverse: cinque AGV Nipper consegnano automaticamente le vasche dal magazzino di GECOM alle linee di assemblaggio e viceversa, con i team leader che attivano queste missioni tramite un programma SCADA basato su tablet. Questo approccio ha quindi un vantaggio collaterale: il personale può utilizzare gli stessi tablet per gestire in modo più efficiente altre attività cruciali, come l’esecuzione del controllo del lotto (scansione di parti quando queste entrano in linea).

Leggi / scarica il case study (PDF)

5. Automazione del sollevamento pesante

Il Manufacturing Day evidenzia che le moderne carriere nella produzione non si basano su un lavoro manuale ripetitivo, come alcuni credono. Possono essere high tech e richiedere lavoratori di talento e motivati. Il passaggio all’automazione nella produzione lo supporta.

Un paio di AGV EAGLE-ANT di Stöcklin lavorano nella sede di Ricola – uno dei marchi più famosi della Svizzera – trasportando pallet di prodotti finiti. Il lavoro degli AGV potrebbe non essere affascinante, ma risparmia ai loro colleghi umani compiti pesanti e ripetitivi. Invece di trasportare i pallet, i lavoratori di questo impianto di produzione sono liberi di svolgere un lavoro più interessante che apporta un vero valore all’azienda.

Cosa c’è il prossimo per l’automazione della produzione?

Come ha spiegato di recente su LinkedIn il nostro CEO, il dottor Nicola Tomatis, è importante ricordare che gli AGV non si limitano necessariamente a sostituire gli esseri umani nella produzione, ma in realtà li integrano e li supportano.

“La paura che la tecnologia sostituisca il lavoro umano non è nuova”, afferma Tomatis, “Nell’Inghilterra del XIX secolo, ad esempio, i luddisti hanno notoriamente distrutto le macchine tessili, sostenendo che queste avrebbero aggirato le pratiche di lavoro standard in” modo fraudolento e ingannevole “. Tuttavia, tali macchine divennero presto standard e il movimento luddista divenne il movimento sindacale, migliorando le condizioni di lavoro per moltissime persone “.

Nell’ultimo secolo, l’industria agricola è stata influenzata dall’automazione. Tomatis continua: “Negli Stati Uniti, ad esempio, l’uso della tecnologia agricola – inclusi processi, prodotti chimici e macchine come il trattore – ha trasformato un settore che impiegava il 40% della popolazione nel 1900 in uno che impiegava solo il 2% della popolazione nel 2000. “

“Questo significa che il trattore e tecnologie simili hanno effettivamente ridotto la percentuale di posti di lavoro agricoli americani di oltre il 90% nel corso di un secolo? Si è vero. Ma ecco anche ciò che è vero: durante lo stesso periodo la produttività è aumentata per creare (più di) cibo a sufficienza per l’intera popolazione in crescita del paese, l’orario di lavoro medio settimanale in tutti i settori è sceso da oltre 60 a 40 e la povertà estrema negli Stati Uniti. è sceso da oltre il 10% a circa il 3%. “

“Quindi, sì, la tecnologia ha avuto un impatto sull’occupazione di un certo tipo, ma possiamo ugualmente sostenere che ha anche creato valore e vantaggi per la qualità della vita per tutti”.

Una cosa è certa in questo giorno della produzione. L’automazione continuerà a plasmare l’industria della produzione. Siamo entusiasti di vedere quali cambiamenti devono ancora venire.

Rachel Rayner

Marketing & digital content manager | BlueBotics I'm a fan of cutting-edge technology, and love sharing the latest tech with the world.
BlueBotics mini lite robot

Cominciamo

Fai il primo passo verso l’automatizzazione del tuo veicolo.
Entra in contatto con il nostro team di esperti oggi stesso.